Basta lamentarsi di questi giorni di vento e freddo. Gli esperti del meteo preannunciano l’estate 2020 potrebbe essere la più calda degli ultimi cento anni.

Pare infatti che giugno e luglio saranno dominati da caldo e afa e che le temperature supereranno anche quelle dell’estate 2003, che fino ad ora si poteva considerare la più calda dell’ultimo secolo. Il merito va all’anticiclone proveniente dal Nord Africa che colpirà Europa e Italia proprio nel periodo estivo, concedendo un po’ di fresco soltanto ad agosto. Le prime tendenze stagionali disponibili, infatti, mostrano anomalie termiche positive anche di +1,5 gradi centigradi per i mesi di giugno-luglio. Bene ma non benissimo.

Accompagnati a queste temperature anomale non mancheranno i fenomeni atmosferici più estremi:trombe d’aria, grandinate e bombe d’acqua.

Nulla è ancora confermato, sia chiaro, ma gli esperti hanno il sospetto che quella che si prospetta sarà davvero un’estate da record.

Pasquale Marcone